Come fare i sacchetti profumati alla lavanda, e non poteva essere altrimenti

lavanda_infiore

Questo post era in cantiere da un po’. Capita a volte di voler scrivere qualcosa poi dimenticarsene o non esserne convinti, riprenderlo e  ri-dimenticarsene ancora ed è proprio questo il caso.

Avrei dovuto finirlo e pubblicarlo a inizio settembre, terminata la fioritura della lavanda, ma non è sempre possibile pianificare tutto, per fortuna aggiungerei.  Però dato che vi ho fatto una capoccia così con le piante che ho sul balcone, non potevo non condividere con voi il frutto del  mio lavoro, non l’unico  dato che peperoncino, basilico & co continuano a darmi grandi soddisfazioni. E di soddisfazioni me ne ha date anche la lavanda, che mi permette di profumare in modo naturale i miei armadi e non solo. Vogliamo parlare del ripostiglio, regno incontrastato delle mie scarpe?

Che si sappia:  io odio i profumi chimici in generale, quelli  per la casa poi non ve lo dico nemmeno.

E così ho realizzato, hand made, i miei  sacchettini profumati con la lavanda cresciuta sul mio balcone… meravigliosi e che soddisfazione… del resto ogni scarrafone è bello a mamma sua.

Il procedimento è semplicissimo: a fine agosto quando la lavanda era ancora in fioritura (non piena) l’ho potata tagliando gli steli dalla base e li ho messi a seccare per alcune ore al sole (non più di due altrimenti i fiori  si sbricioleranno eccessivamente).

Io l’ho messa distesa ma se ne avete la possibilità è preferibile fare un bel mazzo e disporla a testa in giù.

Una  volta seccata ho separato i rami dai fiori e questi ultimi li ho sistemati dentro dei sacchetti di cotone. Anche la mussola va bene purché sia un tessuto naturale e traspirante, anzi  quanto più leggero possibile meglio è,  in modo che il profumo riesca a sprigionarsi e non rimanga all’interno.


In ogni caso se doveste rendervi conto che il vostro sacchetto non emana più profumo, periodicamente scuotetelo e rimescolate un po’ i fiori all’internUna volta realizzati, sistemate i vostri sacchetti in tutti quegli ambienti che hanno bisogno di essere profumati o che non riuscite ad aerare spesso e  vi sembrerà di avere sempre un piccolo angolo di Provenza in casa vostra.


Photo Credits: Tumblr

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>